Consorzio Blu

Oasi Formazione al Forum N.A. 2018

Anche quest’anno Oasi Formazione ha partecipato al Forum della Non Autosufficienza (e dell’autonomia possibile) organizzato a Bologna il 28 e 29 novembre, presenziando alla manifestazione con uno stand e organizzando due workshop tematici:

PRIVACY (D.LGS. 196/2003 E REG. UE 67/2016) E SICUREZZA (D.LGS. 81/2008 E D.LGS. 231/2001): ASPETTI GESTIONALI SU DIPENDENTI ED UTENTI
Relatori: Prof. Avv. Carlo Berti e Prof. Avv. Giuseppe Pellacani
Moderatori: Avv. Paolo Di Matteo e Avv. Prof. Giacomo Santi

Spunti tecnici utili all’acquisizione di una coscienza lavorativa responsabile in osservanza di norme di legge per il rispetto della c.d. «accountability» intesa come l’obbligo per un soggetto di rendere conto delle proprie decisioni e di essere responsabile per i risultati conseguiti. Interconnessioni con i vari sistemi di gestione aziendale.

CHIAVI DI LETTURA PER LA GESTIONE DEL COMPORTAMENTO AGGRESSIVO NELLA PERSONA DISABILE
Relatore: Dott.ssa Simonetta Botti, Responsabile Area e coordinatrice pedagogica della cooperativa Àncora Servizi.

Il problema del comportamento delle persone disabili adulte è un’area esemplare di complessità, sia per la natura della domanda, sia per il livello di articolazione connessa ad una risposta competente. Il termine aggressività, a livello semantico include un ampio insieme di idee e una vasta gamma di fenomeni che a loro volta riflettono gli orientamenti, talvolta contrastanti dei vari ricercatori. Definirla come mero comportamento caratterizzato da azioni verbali, non verbali o fisiche che causano un danno a un’altra persona, all’ambiente o a sé, è quindi riduttivo poiché non considera i fattori casuali, emozionali e intenzionali che rendono tanto peculiari, ognuna di queste condotte. Quali possono essere le cause del comportamento aggressivo nelle persone disabili adulte?
L’interrogativo da cui prende il via l’analisi in oggetto, si propone di individuare una tassonomia di comportamenti etero-aggressivi, indicando strumenti di lettura e rilevazione, per definire le strategie di intervento più adeguate.
Nel corso del workshop l’equipe ha presentato diversi casi di studio, affinché partendo dalle singole osservazioni e con le successive raccolte dati, si possano individuare quelle linee comuni o diversificate, di atteggiamenti e modi d’agire riscontrabili nei gruppi che mostrano le sopraindicate difficoltà.

I workshop organizzati hanno riscosso molto successo e allo stand sono passati numerosi visitatori per chiedere informazioni sui diversi corsi e sulle attività di Oasi Formazione.